IISS Ernesto Ascione

Via Centuripe, 11, Palermo PA - tel. 091.6734888

Dalla cannabis alle new drugs: prevenzione e rischi

drugs00r

Dalla cannabis alle new drugs, la prevenzione sui rischi della droga inizia tra i banchi di scuola.

Si è svolto il 22 aprile presso l'Ernesto Ascione, un incontro con il prof. Fabio Venturella, docente di Tossicologia nel corso di laurea di Farmacia dell'Università di Palermo e con il suo staff.

Agli alunni è stata offerta la possibilità di vagliare l’ampio panorama delle dipendenze patologiche, spaziando dalla tossicodipendenza, al tabagismo, all'alcolismo. L’iniziativa, promossa dal Rotary Club Palermo, con la collaborazione della preside dell’istituto, Dr.ssa Sara Inguanta e della referente di educazione alla salute, prof. Gina Vaccaro, si inserisce nell’ambito del progetto di prevenzione per le scuole "LOVE NO DRUGS - Ci stai contro la droga? ”.

Nel corso della mattinata gli allievi sono stati informati sui rischi che si corrono assumendo determinate sostanze. Accanto alle ormai note cannabis, cocaina, eroina si moltiplicano oggi i tipi di new drugs, di origine sia naturale che sintetica, la cui commercializzazione e' spesso facilitata dall'utilizzo di internet.

Con questa iniziativa la scuola ha voluto offrire ai giovani delle informazioni scientifiche chimico-tossicologiche e chimiche sulle sostanze di abuso, indispensabili per sviluppare la consapevolezza e la percezione del rischio, per promuovere, un sano stile di vita e attuare una prevenzione efficace, attraverso la conoscenza.

drugs02 

 

drugs05 drugs10

 

drugs11 drugs12

 

drugs13 drugs04

Progetto Itaca anche all'Ascione

Nell’ambito del Progetto Itaca per la Prevenzione della Salute Mentale, che si propone di informare in modo scientifico alunni e docenti, sui disturbi mentali, il 21 aprile, le classi terze della sede centrale, dell'Ernesto Ascione, presso l’Auditorium D. Intravaia, hanno partecipato, a un incontro, presentato dalla nostra Preside, Dr. ssa Sara Inguanta, organizzato dalle Prof.sse Rita Cirrincione e Rosellina Lipari, Volontarie del Progetto Itaca Scuola e condotto dal Dott. Bacchi, Psichiatra del Dipartimento di Salute Mentale dell’ASP Palermo, in raccordo con le Prof.sse Elina Cerami, Giovanna Montalbano e Lidia De Lisi del GOSP dell’Istituto e con la Prof. Gina Vaccaro, referente educazione alla salute.

 

itaca03 itaca01 itaca02

Microcosmi

Il 31 marzo 2016 sono iniziate le riprese della miniserie cinematografica, prodotta dall'Ernesto Ascione, istituto tecnico -professionale ad indirizzo biochimico, ottico e odontotecnico, con la regia di Roberto Damiata. La casa della prof. Elina Cerami si è trasformata, per un giorno, in un set cinematografico. Le successive riprese si svolgeranno nei locali della scuola, presso altre case private, offerte dal personale della scuola, presso il Centro Commerciale La Torre di Borgo Nuovo e in negozi e locali, sponsor dell'iniziativa. Protagonisti delle storie sono gli adolescenti alle prese con interrogativi, dubbi, incertezze, conflitti esistenziali e generazionali. Del cast fanno parte studenti neo iscritti nel nostro istituto, allievi già frequentanti e docenti.

La trama del film è incentrata sull'orientamento scolastico e sul rapporto genitori-figli ed è affidata all'originale ideatrice Prof. Gabriella Romano. Le musiche sono inedite e firmate dagli alunni della nostra scuola, già autori della colonna sonora del cortometraggio "A Domani" e da Davide Cicerone.

 

Photogallery

Passeggiata alla Cala...

Cala i manu Nell'ambito del progetto A Scuola di OpenCoesione, martedì 22 marzo, noi di “Calaimanu” (IIA ottico), supportati dai nostri insegnanti, prof.ssa De Lisi e prof. Lo Coco, e dal Dott. M. Russo presidente dell’associazione MediAzione.ADR di Palermo, siamo al porticciolo della “Cala” di Palermo per constatare dal vivo i nuovi cambiamenti di questo splendido posto.

La bella giornata ci ha permesso di intervistare gli assidui frequentatori della Cala.

Guardandoci intorno, numerosi sono gli sportivi che approfittando di qualche raggio di sole, corrono sereni respirando un po’ di aria di mare.

Il vero spettacolo però sono le numerose barche ormeggiate nel porticciolo, ognuna sembra avere una propria storia... Ognuna con il proprio nome...

Da cornice a tutto ciò...   Ci sono loro... I frequentatori della cala: pescatori, medici, insegnanti, ecc, che con tanta gentilezza hanno reso possibile la nostra intervista...

Perché........???   Chi meglio di loro, che ha vissuto questo cambiamento... Può darci delle “vere risposte” ??

Ci hanno spiegato, che prima questo posto era chiamato “porta carbone” perché molte erano le navi che attraccavano nel porticciolo, per   scaricare “il carbone” poi utilizzato dalla città come fonte di energia.

E non c'era nient'altro...

Perché a causa della mancanza di idonei depuratori, l'aria fetida rendeva impossibile stazionare nella zona.

Ma dopo i lavori di bonifica, qualcosa è veramente cambiato.A Scuola di OpenCoesione2

Il turismo locale è nettamente aumentato, molti sono oggi i turisti, anche stranieri, che si regalano un weekend nella nostra isola, ormeggiano la propria imbarcazione nel porticciolo.... E se ne vanno in giro per la città, visitando monumenti e gustando i prodotti tipici siciliani.

Numerose sono anche le mamme che passeggiano con i loro bambini, aspettando con ansia la costruzione del parco giochi nei pressi della Cala.

Tutto sembra perfetto, ma alle nostre domande, le note negative non tardano ad arrivare...

Ci spiegano, che la zona e poco controllata.... Specialmente la sera e di notte.

Frequenti infatti sono i furti a danno dei turisti.

Tante le barche violate da gente senza scrupoli.

Molte anche le cattive frequentazioni di notte, dove prostitute in cerca di clienti stazionano nei pressi del porticciolo.

Quindi, qualche controllo in più da parte delle forze dell'ordine, aiuterebbe a tenere lontani i malintenzionati.

La nostra giornata si è conclusa con la visita agli uffici dell'Assessorato Regionale Turismo Sport e Spettacolo della Regione Siciliana dove abbiamo potuto intervistare la Dott.ssa M.C. Antinoro, in qualità ex Dirigente Responsabile del servizio Turismo “Portualità Turistica” poiché la Regione Siciliana risulta essere l'ente programmatore del nostro progetto. Anche in questo caso le risposte alle nostre domande confermano i riscontri positivi in seguito ai lavori di riqualificazione.

Che dire ancora..... possiamo concludere che la nostra Palermo ha aperto una nuova finestra verso il mare..... e bisogna fare in modo che non venga mai chiusa.

Chiara Proietto

Guarda il video di CALAIMANU


fb                                                   tw

L'Ascione all'Open Data Day

 Cala i manu

Giorno 5 Marzo 2016 in Via Torremuzza 20 a Palermo, si è tenuta una conferenza nell'ex chiesa S. Matteo ai Crociferi. L’incontro si è svolto dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e verteva sull’importanza della diffusione degli open-data nel mondo ma soprattutto nel nostro territorio.

Le scuole partecipanti sono state quelle che attualmente partecipano al progetto “A Scuola di OpenCoesione”:

I.I.S.S. “Ernesto Ascione” Palermo (2°A indirizzo Ottico)

I.P.S.S. “Luigi Einaudi” Palermo

I.T.T. “ Marco Polo” Palermo

Liceo Scientifico “Albert Einstein” Palermo

Istituto Superiore “Duca Abruzzi-Libero Grassi” Palermo

I.S.T. “Ferdinando Borghese” Patti (ME)

Erano presenti inoltre i rappresentanti del Comune di Palermo e della Regione Siciliana per un confronto fra scuole e Istituzioni sui progetti realizzati con i fondi strutturali a Palermo e in Sicilia.

La manifestazione ha avuto inizio con i saluti del Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, il quale si è complimentato con noi studenti che lavoriamo a questo progetto con l'obiettivo di sviluppare e divulgare la cultura del monitoraggio civico. Inoltre, il Sindaco ci ha esortati a continuare il nostro lavoro di avvicinamento al mondo dei dati aperti per conoscere e analizzare l’andamento dei lavori sia tecnici che amministrativi di tutte le opere pubbliche e non solo di quella da noi “adottata” in quest’occasione.

Successivamente ogni scuola ha presentato il proprio progetto, parlandone e discutendone con:

l'Esperto del tema scelto (amici di ASOC).

Esperto open data (ospite esterno).

Rappresentante Europe Direct.

Rappresentante istituzionale.

Noi dell'Istituto “Ernesto Ascione” della classe 2°A dell’indirizzo Ottico, dopo aver presentato il nostro progetto “Cala I Manu” riferito ai lavori della “Infrastruttura a servizio del diporto nautico alla Cala e connesse opere di riqualificazione”, parlandone e mostrando una breve presentazione in digitale, il quale evidenziava i cambiamenti avvenuti nel sito dopo i lavori di ricostruzione, abbiamo chiesto chiarimenti all'ex Dirigente Responsabile del servizio Turismo “Portualità Turistica” Maria Concetta Antinoro, ponendo la sua attenzione sul fatto che le autorità del diporto nautico non erano state in grado di offrirci le informazioni richieste, nonostante fosse un nostro diritto.

La dottoressa non è stata in grado di fornire risposte esaustive. Abbiamo avuto però la disponibilità tramite un contatto diretto da parte di altri dirigenti.

Dalla discussione è emerso che i dati in nostro possesso sono pochi e incompleti, questo a causa del fatto che non esiste un sito ufficiale della regione in cui vengono pubblicati gli effettivi dati relativi ai vari ambiti quali commercio, turismo, artigianato, ecc.;

pertanto la nostra difficoltà è stata quella di non essere stati in grado di individuare il cambiamento complessivo avvenuto successivamente alla riqualificazione dell’area in esame.

In seguito alla conferenza non tutti i nostri dubbi hanno avuto chiarimenti. Un dato positivo è stato quello di aver avuto il contatto del responsabile dell’ufficio trasparenza che ci aiuterà nella nostra raccolta dati.

Proseguiremo il progetto andando sul luogo in questione ad intervistare i passanti chiedendogli quali cambiamenti hanno notato in seguito ai lavori di riqualificazione della zona.

              Gli alunni della IIA ottico              Photogallery

A Scuola di OpenCoesione2

Ricerca

Accesso Utenti

Fondi strutturali

Link utili

 

 Rete Faro

 

Logo PASS

 

logo ambito 19 2

ERASMUS+

official erasmus plus logo

COT UniPA

COT Logo

Generazioni Connesse

logo Generazioni ConnesseNavigare sicuri

Avanguardie Educative

avanguardieEducative

Questo sito utilizza cookies per migliorare l'esperienza di navigazione